giugno 1, 2021
15037 hanno pregato

Preghiamo per i giovani che si preparano al matrimonio con il sostegno di una comunità cristiana: perché crescano nell’amore, con generosità, fedeltà e pazienza.

Preghiera

Dio Padre Buono che ci hai manifestato nel tuo Figlio Gesù
il volto dell’amore incondizionato di uno sposo fedele,
oggi ti offriamo la vita di tanti giovani
che hanno ricevuto da te la vocazione al matrimonio.
Che il tuo Spirito Santo li guidi e plasmi i loro cuori affinché crescano
insieme in un amore che diventa quotidianità paziente e generosa,
fedeltà custodita, fecondità gioiosa.
Illumina le nostre comunità affinché li accompagnino
con successo nella costruzione del loro progetto comune,
sostenendoli nelle loro ricerche e nella loro fede.

Preghiera di Offerta
Padre infinitamente buono,
so che tu sei sempre con me,
eccomi in questo nuovo giorno.
Metti il mio cuore,
una volta ancora,
vicino al Cuore del tuo Figlio Gesù,
che si offre per me e che viene a me nell’Eucaristia.
Che lo Spirito Santo faccia di me il suo amico e apostolo,
disponibile alla sua missione di compassione.
Metto nelle tue mani le mie gioie e le mie speranze,
le mie attività e le mie sofferenze,
tutto ciò che ho e possiedo,
in comunione con i miei fratelli e sorelle
di questa Rete Mondiale di Preghiera.
Con Maria ti offro questa giornata
per la missione della Chiesa e per le intenzioni del Papa
e del mio Vescovo in questo mese. Amen

Attitudini

  • Valorizzare e mostrare la vocazione al matrimonio. Mi prendo del tempo per parlare con i giovani intorno a me che hanno ricevuto la vocazione al matrimonio, per ascoltare le loro preoccupazioni e dare loro speranza in questo cammino. Incarno nella mia vita ciò di cui sto parlando.
    “Abbiamo bisogno di trovare le parole, le motivazioni e le testimonianze che ci aiutino a toccare le fibre più intime dei giovani, là dove sono più capaci di generosità, di impegno, di amore e anche di eroismo, per invitarli ad accettare con entusiasmo e coraggio la sfida del matrimonio”
    (Papa Francesco Amoris Laetitia #40).
  • Essere pazienti a crescere nel cammino dell’amore. Dialogo con chi amo, prendendo tempo per pensare e ascoltare prima di parlare e agire con tenerezza. “Nell’orizzonte dell’amore, essenziale nell’esperienza cristiana del matrimonio e della famiglia, risalta anche un’altra virtù, piuttosto ignorata in questi tempi di relazioni frenetiche e superficiali: la tenerezza.” (Papa Francesco Amoris Laetitia n. 28).
  • Essere fedeli nelle difficoltà. In mezzo alle difficoltà, guardo con amore alla nostra storia comune, perdonandoci a vicenda e aprendo il futuro insieme. “Nel mondo di oggi apprezziamo anche la testimonianza delle coppie sposate che non solo hanno resistito nel tempo, ma che continuano a sostenere un progetto comune e a conservare l’affetto” (Papa Francesco Amoris Laetitia n. 38).
  • Camminare con apertura, verità e generosità. Sono disponibile a fare un passo alla volta senza fretta facendo spazio all’altro e mostrando i miei sentimenti e le mie idee con amore. “Le crisi coniugali frequentemente si affrontano «in modo sbrigativo e senza il coraggio della pazienza, della verifica, del perdono reciproco, della riconciliazione e anche del sacrificio.” (Papa Francesco Amoris Laetitia n. 41).
  • Gioiosi nel dono e nella vita condivisa. Con gioia lascio andare i dissapori che l’altro genera in me, rafforzando l’unione. “Gli sposi non saranno mai soli con le loro forze ad affrontare le sfide che si presentano. Essi sono chiamati a rispondere al dono di Dio con il loro impegno, la loro creatività, la loro resistenza e lotta quotidiana, ma potranno sempre invocare lo Spirito Santo che ha consacrato la loro unione, perché la grazia ricevuta si manifesti nuovamente in ogni nuova situazione.” (Papa Francesco Amoris Laetitia n. 74).
maggio 1, 2021
27721 hanno pregato

Preghiamo perché i responsabili della finanza collaborino con i governi per regolamentare i mercati finanziari e proteggere i cittadini dai suoi pericoli.

Preghiera

Signore Gesù, Figlio del Padre, che hai difeso i poveri
sottoposti alle ingiustizie economiche del nostro tempo,
ti presentiamo i nostri fratelli e sorelle che soffrono
le conseguenze negative di un’economia finanziaria
che alimenta la speculazione senza lavoro e affoga la vera
economia, incentrata sulle persone che lavorano.
Questa ingiustizia che schiaccia i più deboli ci fa indignare!
Possa il tuo Spirito ammorbidire i cuori dei responsabili di questa situazione
in modo che possano usare il loro potere per proteggere e curare i più svantaggiati.
E a noi, dona un cuore grande, capace di condividere
i frutti del nostro lavoro, per alleviare la sofferenza.
Amen.

Preghiera di Offerta
Padre infinitamente buono,
so che tu sei sempre con me,
eccomi in questo nuovo giorno.
Metti il mio cuore,
una volta ancora,
vicino al Cuore del tuo Figlio Gesù,
che si offre per me e che viene a me nell’Eucaristia.
Che lo Spirito Santo faccia di me il suo amico e apostolo,
disponibile alla sua missione di compassione.
Metto nelle tue mani le mie gioie e le mie speranze,
le mie attività e le mie sofferenze,
tutto ciò che ho e possiedo,
in comunione con i miei fratelli e sorelle
di questa Rete Mondiale di Preghiera.
Con Maria ti offro questa giornata
per la missione della Chiesa e per le intenzioni del Papa
e del mio Vescovo in questo mese. Amen

Attitudini

Vivere con una felice sobrietà:
“Il costante cumulo di possibilità di consumare distrae il cuore e impedisce di apprezzare ogni cosa e ogni momento”. (Papa Francesco). Fermati e dai valore a ciò che hai. Francesco ci invita a: “fermarci a gustare le piccole cose, a ringraziare delle possibilità che offre la vita senza attaccarci a ciò che abbiamo né rattristarci per ciò che non possediamo”. (Laudato Si’, 222)”.

Condividere i beni
“Non si mettono a punto con sufficiente celerità istituzioni economiche e programmi sociali che permettano ai più poveri di accedere in modo regolare alle risorse di base” (Papa Francesco, Laudato Si’, 109). Cerca un’organizzazione o un’istituzione caritatevole con cui puoi collaborare in questo momento attraverso una donazione per aiutare a sostenere le loro attività.

Agire per il bene comune
“Un’ecologia integrale richiede di dedicare un po’ di tempo per recuperare la serena armonia con il creato, per riflettere sul nostro stile di vita e i nostri ideali” (Papa Francesco, Laudato Si, 225)
Rifletti e proponi modi per collaborare alla cura della nostra casa comune. Scopri le azioni che puoi intraprendere per prenderti cura dell’ambiente e lavorare per un’ecologia integrale.

Usare il denaro con discernimento
“Dal momento che il mercato tende a creare un meccanismo consumistico compulsivo per piazzare i suoi prodotti, le persone finiscono con l’essere travolte dal vortice degli acquisti e delle spese superflue”. (Papa Francesco, Laudato Si’, 203). Prenditi del tempo per pensare a come investi il tuo denaro quotidianamente, per quali cose spendi di più e come potresti collaborare economicamente con i più bisognosi.

aprile 1, 2021
28587 hanno pregato

Preghiamo per coloro che rischiano la vita lottando per i diritti fondamentali nelle dittature, nei regimi autoritari e persino nelle democrazie in crisi.

Preghiera

Signore Gesù Cristo, tu che sei vicino a coloro che soffrono,
ti affidiamo tutte le persone affinché siano trattate con dignità,
nel rispetto del loro diritto a crescere come figli e figlie di Dio Padre.
Infondi in noi, con il tuo Spirito Santo, il coraggio e l’audacia di difendere la Terra, la casa e il lavoro di tutti.
Prenditi cura di coloro che rischiano la vita per questo.
Scuoti le nostre coscienze addormentate e donaci la grazia di sentire il dolore dell’altro come nostro,
e trasformare la realtà in una promessa di vita.
Amen.

Preghiera di Offerta
Padre infinitamente buono,
so che tu sei sempre con me,
eccomi in questo nuovo giorno.
Metti il mio cuore,
una volta ancora,
vicino al Cuore del tuo Figlio Gesù,
che si offre per me e che viene a me nell’Eucaristia.
Che lo Spirito Santo faccia di me il suo amico e apostolo,
disponibile alla sua missione di compassione.
Metto nelle tue mani le mie gioie e le mie speranze,
le mie attività e le mie sofferenze,
tutto ciò che ho e possiedo,
in comunione con i miei fratelli e sorelle
di questa Rete Mondiale di Preghiera.
Con Maria ti offro questa giornata
per la missione della Chiesa e per le intenzioni del Papa
e del mio Vescovo in questo mese. Amen

Attitudini

Accettiamo la sfida di Francesco, espressa nella sua intenzione di preghiera, di contribuire con coraggio e determinazione, nella specificità del proprio ruolo, al rispetto dei diritti fondamentali di ogni persona, specialmente di quelle “invisibili” (Cfr. Francesco 10.12.18).

  • Rispettare la dignità umana:
    “La fede ci esorta a impegnarci seriamente e attivamente per contrastare l’indifferenza davanti alle violazioni della dignità umana”. (Francesco, 12.08.20)
    Rispettare la dignità delle persone significa agire con giustizia, con la massima trasparenza e facilitare lo sviluppo professionale, personale, familiare e sociale delle persone. Hai cosapevolezza delle persone che si dedicano alla produzione di ciò che compri? Acquisti prodotti fabbricati da lavoratori i cui diritti e la cui dignità sono rispettati?
  • Correre dei rischi per gli altri:
    “Ci vuole il coraggio di rischiare un salto in avanti, un balzo audace e temerario per sognare e realizzare come Gesù il Regno di Dio, e impegnarvi per un’umanità più fraterna. Abbiamo bisogno di fraternità: rischiate, andate avanti!” (Francesco, 11.08.18). Denuncia le ingiustizie, quando ne sei testimone, e difendi coloro che sono criticati, calunniati, messi da parte.
  • Uscire da noi stessi
    “L’invito ad uscire da sé stessi per amore di Dio e del prossimo si presenta come opportunità di condivisione, di servizio, di intercessione” (Francesco, 31.05.20). Seguire Gesù implica vivere come Lui: imparare ad uscire da noi stessi, per andare incontro ai nostri fratelli più lontani, i più dimenticati, quelli che hanno più bisogno di consolazione e di aiuto, compresi quelli intorno a noi.
  • Avvicinarsi alle frontiere esistenziali
    “Abbracciare le nuove frontiere della missione implica non soltanto l’andare in nuovi territori per portarvi il Vangelo, ma anche affrontare le nuove sfide del nostro tempo, come le migrazioni, il secolarismo e il mondo digitale”. (Francesco, 22.10.18). Confini e periferie esistenziali… Chi troviamo lì? Quelli che sono fuori, e non solo geograficamente: sono coloro che abbiamo escluso dalla nostra esistenza. Riconciliati, avvicinati a qualcuno da cui ti sei allontanato.